Leopardi o della modernità. Conversazione con Mario Luzi – di Francesco Medici

Mario Luzi (1914-2005), in una foto di Carlo Carletti

*

Il primo Leopardi era per me il signore del canto in grado di portare il cuore della lingua italiana stessa a cantare tra passato, presente e futuro, rimettendo in circolo tutto il nostro patrimonio linguistico.
(Mario Luzi)

*

Leopardi è stato per i moderni il «maestro della novità della parola poetica», per usare un’espressione di  Anceschi. La poetica della parola, propria degli ermetici, prenderà spunto proprio dalla riflessione leopardiana sulla  forza evocativa e musicale che è alla base del logos, colto nella sua essenza primigenia.
(Francesco Medici)

*

Francesco Medici (su facebook)

*

F. Medici, Leopardi o della modernità. Conversazione con Mario Luzi, «Studi Leopardiani. Quaderni di filologia e critica leopardiana», VI, 11, 1998, pp. 5-17

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: