Il “Quaderno portoghese” di Stefano Serri (MontaG, 2012)

Stefano Serri Quaderno portogheseNe hanno scritte tante sulla notte –
ma con il tuo viso contro il mio
qui una parola ancora manca.
Una passeggiata e un po’ di buio –
e dal vocabolario della notte tolgo
paura della morte, silenzio di ogni senso.
La tenebra, con forse qualche stella,
lascia all’Occidente il freddo
e ogni pietra dura come perla e urla.
Con te la notte è ancora  naturale
e torno a scrivere sui miei quaderni che la notte è amare.

Meno rosa e più azzurro nell’ultimo libro di Stefano Serri. Lavoro snello, geografico, ma che non scorre via in un niente: il suo Quaderno portoghese prende spunto da un viaggio, permanenza estiva e piena di sole, di chiaro nonostante le ferite “esposte o custodite dentro il buio”. Ma Lisbona, la città cantata, non è forse un pretesto, un’altra scusa del poeta per viaggiare “nella terra / dentro il sangue di tutti, il sangue del mondo” alla riscoperta del sacro, del “santo vivo che opera e sorride”, che non ti lascia?

Lisbona, dentro di te anche il sole
è azzurro e fa le cose intorno mare.
Non è il colore di una stampa monocroma
o elegante variazione di un poema –
è la necessità del cielo che si fece carne.
L’azzurro è il mio riposo nostra festa.

Il Quaderno, oltre libro di versi, è guida turistica e vocabolario essenziale lusitano: c’è l’Alfama tra il castello e il fiume Tago, c’è il fado nelle osterie tra le vie strette della città (le “strettoie di vita”) che sembra di sentirla Teresa Salgueiro ricantare Ainda, le colonne sonore; è glossario e tentativo di traduzioni (“E la capisci solo allora la parola fado / senza la polvere latina della scuola”), oppure atlante: a sinistra, immenso, c’è l’Oceano. Nel suo porto sta la croce: il mare è il grande recipiente del dolore, “un corpo di ferito da imitare”, il posto dove vanno lasciati i chiodi per salire “insieme senza croce”, “sabbia e grazia piena” (perché “Io e il fiume non siamo senza peccato”) per vivere concreto il paradiso, spinti da un canto: “e dal vocabolario della notte tolgo / paura della morte, silenzio di ogni senso”.
È buona Lisbona e luogo di incontro, le pareti delle case “sono la faccia di un dio / concreto e corale, che vive / e si volta se mi sente passare”. Gli dà nome Serri a questo Dio, come fa sempre: è il Cristo redentore, “il finestrino aperto / mentre veloce per la strada canti”: perché se “Esistono anche qui ferite […] il ritmo della vita non si cede”.
Il Quaderno portoghese è un invito al canto, è un canto che invita al mare: a caricare su un altro le colpe, a farle perdonare togliendo distanze perché, come scrive Serri, “per scaldarsi solo Dio basta”.

Giorgio Casali


Per acquistare il libro andate a questo link.

Annunci

Informazioni su Giorgio Casali

Nato nel 1986, vive sulle colline reggiane. Speaker di Radio Antenna1 101.3 dal 2009 al 2014 con il programma "Bankshot", recensisce narrativa, musica e poesia su varie Webzines. Ha pubblicato le raccolte di poesia "Attaccamenti" (Albatros, 2010), "Notte provincia" (Edizioni clandestine, 2011), "Poesie" (autoproduzione, 2012) e “Sotto fasi lunari” (Incontri editrice, 2013). Cinque sue poesie sono raccolte nell'antologia "Poeti di corrente" (Le voci della luna, 2013), curata da Anna Ruotolo e Riccardo Raimondo. Con il pittore Andrea Chiesi ha pubblicato il catalogo d'arte "19 paintings 19 poems" (Italian Cultural Institute in New York, 2014), dal quale è stato estratto lo spettacolo "Forma Suono Parole", con la collaborazione musicale dei Siegfried, presentato la prima volta al Poesia Festival 2014.

Un Commento

  1. Pingback: BANKSHOT - DIRETTA 23 GENNAIO 2013 - Radio Antenna 1

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: