Articoli con tag: islam

San Francesco e Jalâl âlDîn Rûmî, ossia: Francescanesimo e Sufismo una meravigliosa parentela spirituale – di Gabriele Mandel khân

Questa è la Via, questa è la via di san Francesco, di Rûmî, di tutti gli uomini di buona volontà che tendono alla pace nel loro cuore e al bene di tutta l’umanità. Questo è ciò che auguro a voi tutti, a tutti noi, di poter essere.

Annunci

San Francesco e Jalâl âlDîn Rûmî, ossia: Francescanesimo e Sufismo una meravigliosa parentela spirituale – di Gabriele Mandel khân

Questa è la Via, questa è la via di san Francesco, di Rûmî, di tutti gli uomini di buona volontà che tendono alla pace nel loro cuore e al bene di tutta l’umanità. Questo è ciò che auguro a voi tutti, a tutti noi, di poter essere.

The Little Book of Kabul – di Lorenzo Tugnoli e Francesca Recchia

Incontri come questi aprono lo sguardo a un Afghanistan diverso da quello di cui siamo abituati a sentire. Rivelano scorci di complessità e pensiero critico difficili da percepire dalla narrativa limitata e limitante dell’ordinaria informazione. L’età media in Afghanistan è di circa 18 anni. Questo è un dato che racconta tanto della difficoltà di invecchiare in un paese in guerra quanto dell’alto tasso di natalità che inevitabilmente spinge un paese, per quanto martoriato, a guardare al futuro. È quindi sufficiente passare un po’ di tempo con i giovaniche vivono a Kabul per capire che c’è molto più in Afghanistan di quello che ci raccontano i media. Non c’è solo povertà, morte e desolazione, ma c’è una cultura ricca e articolata che la rappresentazione consueta del paese sembra ignorare.

The Little Book of Kabul – di Lorenzo Tugnoli e Francesca Recchia

Incontri come questi aprono lo sguardo a un Afghanistan diverso da quello di cui siamo abituati a sentire. Rivelano scorci di complessità e pensiero critico difficili da percepire dalla narrativa limitata e limitante dell’ordinaria informazione. L’età media in Afghanistan è di circa 18 anni. Questo è un dato che racconta tanto della difficoltà di invecchiare in un paese in guerra quanto dell’alto tasso di natalità che inevitabilmente spinge un paese, per quanto martoriato, a guardare al futuro. È quindi sufficiente passare un po’ di tempo con i giovaniche vivono a Kabul per capire che c’è molto più in Afghanistan di quello che ci raccontano i media. Non c’è solo povertà, morte e desolazione, ma c’è una cultura ricca e articolata che la rappresentazione consueta del paese sembra ignorare.

Sulla tolleranza tra croce e mezzaluna – di Francesco Medici

Cosa significa oggi essere tolleranti? Per comprendere le ragioni dell’altro bisogna ripartire dalla propria identità, abbandonando la convinzione che quella occidentale sia la più alta forma di civiltà possibile

Sulla tolleranza tra croce e mezzaluna – di Francesco Medici

Cosa significa oggi essere tolleranti? Per comprendere le ragioni dell’altro bisogna ripartire dalla propria identità, abbandonando la convinzione che quella occidentale sia la più alta forma di civiltà possibile

Quando, nel nome della libertà d’espressione, si vieta la libertà d’espressione (e di fede religiosa) – di Francesco Medici

Il jihad è insomma – e soprattutto – la lotta dell’anima contro le tendenze materialistiche dell’io, una rivoluzione del sé per vincere le passionalità terrene.

Quando, nel nome della libertà d’espressione, si vieta la libertà d’espressione (e di fede religiosa) – di Francesco Medici

Il jihad è insomma – e soprattutto – la lotta dell’anima contro le tendenze materialistiche dell’io, una rivoluzione del sé per vincere le passionalità terrene.

Mistico e tollerante, ecco l’altro islam – di Luca Negri

Gli scritti inediti di Pio Filippani-Ronconi rivalutano la tradizione pacifica di molti seguaci di Maometto. Le vicende degli ultimi anni e le drammatiche notizie che oggi arrivano da Siria, Nigeria e altri Paesi musulmani, appiattiscono l’Islam, agli occhi di molti occidentali, sulla minaccia tirannica e bellica. Ma c’è un abisso fra un militante di Al-Qaeda e un mistico sufi, fra uno sceicco arabo e un giovane imam di periferia europea. Un abisso nell’interpretare il Corano, nelle scelte di vita, nel rifiutare o meno la violenza, nel rispettare le altre confessioni. La religione fondata da Maometto è complessa e contraddittoria, quanto l’universo cristiano, forse ancora di più.

Mistico e tollerante, ecco l’altro islam – di Luca Negri

Gli scritti inediti di Pio Filippani-Ronconi rivalutano la tradizione pacifica di molti seguaci di Maometto. Le vicende degli ultimi anni e le drammatiche notizie che oggi arrivano da Siria, Nigeria e altri Paesi musulmani, appiattiscono l’Islam, agli occhi di molti occidentali, sulla minaccia tirannica e bellica. Ma c’è un abisso fra un militante di Al-Qaeda e un mistico sufi, fra uno sceicco arabo e un giovane imam di periferia europea. Un abisso nell’interpretare il Corano, nelle scelte di vita, nel rifiutare o meno la violenza, nel rispettare le altre confessioni. La religione fondata da Maometto è complessa e contraddittoria, quanto l’universo cristiano, forse ancora di più.