Articoli con tag: modernità

Un estratto da “Ciò che siamo, ciò che vogliamo” (Il Ponte Vecchio 2009), di Michele Ballerin

C’è un solo punto in cui l’Europa acquista una propria identità definita e un proprio peso specifico, un’indiscutibile rilevanza: là dove si identifica con la cultura del diritto. Se questa equazione non si verificasse non sarebbe il caso di parlare di “Europa”, cioè il fenomeno europeo non si staccherebbe abbastanza dallo sfondo perché contasse di occuparsene. Dal quel momento in poi invece l’Europa esiste e, ciò che più conta, una strada le si apre davanti.

Annunci

Un estratto da “Ciò che siamo, ciò che vogliamo” (Il Ponte Vecchio 2009), di Michele Ballerin

C’è un solo punto in cui l’Europa acquista una propria identità definita e un proprio peso specifico, un’indiscutibile rilevanza: là dove si identifica con la cultura del diritto. Se questa equazione non si verificasse non sarebbe il caso di parlare di “Europa”, cioè il fenomeno europeo non si staccherebbe abbastanza dallo sfondo perché contasse di occuparsene. Dal quel momento in poi invece l’Europa esiste e, ciò che più conta, una strada le si apre davanti.

Leopardi o della modernità. Conversazione con Mario Luzi – di Francesco Medici

Il primo Leopardi era per me il signore del canto in grado di portare il cuore della lingua italiana stessa a cantare tra passato, presente e futuro, rimettendo in circolo tutto il nostro patrimonio linguistico. (Mario Luzi)

Leopardi o della modernità. Conversazione con Mario Luzi – di Francesco Medici

Il primo Leopardi era per me il signore del canto in grado di portare il cuore della lingua italiana stessa a cantare tra passato, presente e futuro, rimettendo in circolo tutto il nostro patrimonio linguistico. (Mario Luzi)